·

Assunzione di donne svantaggiate: sbloccato l’esonero contributivo per i datori di lavoro

Via libera all’esonero contributivo per l’assunzione di donne disoccupate e/o svantaggiate. La Commissione europea ha infatti dato l’autorizzazione allo sgravio previdenziale previsto dalla legge di Bilancio 2021 nella misura del 100% e nel limite massimo di importo pari a 6.000 euro annui. L’esonero contributivo è applicabile alle assunzioni di donne con contratto a tempo determinato e indeterminato nonché alle trasformazioni dei contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato. Si attende ora che l’INPS emani le istruzioni per procedere ai recuperi dei periodi pregressi.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

cinque × cinque =